Gestione dei rifiuti a protezione dell’ambiente

Il testo di riferimento è il D.Lgs. 3 aprile 2006 n. 152 e s.m.i. che nella parte Quarta descrive le norme in materia di gestione dei rifiuti. Il D.Lgs. 205 del 2010, che recepisce la direttiva europea 2008/98/CE, è entrato in vigore il 25 dicembre 2010 ed ha introdotto modifiche ed integrazioni importanti relative alle norme sui rifiuti. Un rifiuto è inteso come qualsiasi sostanza od oggetto di cui il detentore si disfi o abbia l’intenzione o abbia l’obbligo di disfarsi (art. 183 comma 1 lettera a del D.Lgs. 152/06) in modo diretto o indiretto attraverso procedure di smaltimento o recupero (allegati B e C). I rifiuti vengono classificati (art. 184 comma 1 del D.Lgs. 152/06) in base alla provenienza (urbani o speciali) e in base alla composizione (non pericolosi e pericolosi). Sono pericolosi i rifiuti non domestici indicati espressamente come tali, con apposito asterisco, nell’elenco di cui all’allegato D, sulla base degli allegati G, H e I (art. 184 comma 5).
entra nel dettaglio